Imprese in rosa e Personal Branding

We can do it
Che la causa sia la crisi e i connessi tagli dei posti di lavoro o che sia il doversi scontrare con un mondo che ancora ruota su stereotipi di genere, per le donne rimane molto difficile riuscire ad avere una carriera soddisfacente.

Secondo il 53,7% degli intervistati per un report dell’Istat pubblicato lo scorso dicembre, le donne vivono una situazione lavorativa peggiore degli uomini. Circa la metà degli intervistati ha risposto che per una donna è più difficile trovare un posto di lavoro adeguato al proprio titolo di studio o alla propria esperienza, fare carriera e percepire lo stesso stipendio di un uomo a parità di mansione.

Credo sia questo il motivo principale per cui sono tante le donne che si inventano un nuovo lavoro e per cui il 28,6% delle nuove imprese aperte nel 2013 (secondo un’indagine di Unioncamere) è di stampo femminile.

È un tema che mi sta molto a cuore sia, ovviamente, perché rientro nella categoria, sia perché in questo momento economicamente difficile incentivare lo sviluppo dell’imprenditoria femminile potrebbe dare nuovo slancio al mondo del lavoro.

Per questo sono stata felice quando ho avuto l’opportunità di affiancare Luigi Centenaro nei due workshop per Talent Donna e per la Momclass di Mammacheblog 2014: due iniziative organizzate da Fattore Mamma, che hanno alla base l’idea di “valorizzare il talento professionale femminile attraverso l’energia della Rete”.

Donne all’opera

In entrambi gli eventi il lavoro principale per le partecipanti è stato quello di trasformarsi per un giorno in Personal Branding Strategist di se stesse, usando il Personal Branding Canvas. [Continua…]

Quote rosa o Personal Branding? Evento Fondazione Bellisario – Il Sole 24 Ore

Il 3 marzo scorso si è tenuto un evento sul Personal Branding a Palazzo Reale di Milano organizzato da Il Sole 24 Ore, a cui hanno partecipato quasi 150 donne di successo, socie della Fondazione Bellisario.

L’evento, che verteva sul tema del Personal Branding in  relazione alla differenza di genere, è stato introdotto da Donatella Treu, amministratore delegato del Gruppo 24 Ore e ha visto la partecipazione di Monica D’Ascenzo, Luigi Centenaro, Francesca Parviero e il critico d’arte Luca Beatrice. Ma in qualche modo si è sentita la presenza di Andy Warhol! Maggiori informazioni più sotto…

Personal Brand Fondazione Bellisario

Stereotipi e Identità

Monica D’Ascenzo ha aperto la manifestazione parlando di gender divide e dei condizionamenti sociali che si interiorizzano fin da bambini; partendo dal mondo delle favole, Monica ha mostrato come l’eroina al centro della storia sia lo stereotipo della donna buona, mite e servizievole, che ha bisogno di essere salvata da un eroe che, di contro, è coraggioso, intraprendente e conquista con le sue sole forze l’happily ever after finale.

Fin da molto piccoli, quindi, entra nell’immaginario maschile la convinzione che sia eroico essere artefici del proprio destino, mentre a noi donne tocca il doppio della fatica: liberarci prima dall’immagine “ideale” di donna mite e responsabile, che ci spinge a un comportamento di understatement, poi da quel senso di impotenza e attesa passiva di chi ci possa portare a realizzare di noi stesse.

Come ha concluso giustamente Monica, le donne hanno bisogno di

Andare al di là degli stereotipi femminili, tornare all’essenziale, alla loro vera identità, per avere la materia prima del Personal Branding

Personal Branding vs. quote rosa

Luigi ha voluto contribuire con un’introduzione al Personal Branding e con un concetto chiave: l’importanza del Personal Branding come strumento per far arrivare una promessa di valore, al di là di ogni differenza genere.

[Continua…]

27 Settembre: il corso sul Personal Branding con la Ninja Academy

Dopo tre anni dall’ultima edizione (sembra un secolo fa!) ecco il mio nuovo corso con i ragazzi della Ninja Academy.

L’idea che ho voluto concretizzare in questa nuova versione del corso è di dare le basi pratiche per sviluppare il proprio Personal Brand, partendo dai punti di forza e approfittando di quanto offerto da Internet e dai servizi di Social Networking.

Il corso è parte di un weekend (27 e 28 Settembre) di due giornate, acquistabili anche singolarmente: la prima (Venerdì 27), tenuta da me, appunto sul Personal Branding, e la seconda (Sabato 28) sul Public Speaking, tenuta da Alberto Castelvecchi.

Nelle intenzioni di Mirko Pallera c’è l’idea di offrire la preziosa opportunità di imparare a comunicare se stessi sia online che offline, dal vivo. La trovo un’ottima strategia per aumentare le proprie opportunità di successo…
L’unica cosa che mi preoccupa è che il Sabato con Alberto imparerete tutti i miei errori!

Date

Il corso si terrà il 27 e 28 settembre, Blend Tower, in Piazza IV Novembre, 7 a Milano, a fianco della Stazione Centrale.

Free Webinar

Questo mercoledì 11 alle 18:00 è previsto un Webinar gratuito di presentazione del corso, con me e Alberto: per iscrizioni al solo Webinar

Ho a disposizione delle quote scontate del 10% per coloro che si iscrivono da questo link.
Personal Branding alla Ninja Academy

La nuova edizione del libro Personal Branding

È finalmente uscita la nuova edizione di Personal Branding, di Luigi e Tommaso, edito da Hoepli. Puoi scaricare gratuitamente indice e primo capitolo qui.
A tre anni dall’uscita della prima edizione, il nuovo libro rivaluta e rinnova le idee e le nozioni alla base di una buona strategia di Personal Branding, alla luce soprattutto dei rapidi cambiamenti avvenuti nel frattempo online.
Personal Branding Hoepli seconda edizione

Non si tratta, però, soltanto di un aggiornamento; [Continua…]

SNID il Master che va oltre ai Social Media e tratta della Influence

Il Politecnico di Milano organizza il Master Social Network Influence Design, il primo master al mondo sulla Influence.
Non forma Social Media Strategist, né Community Manager, né Internet Marketer, ma professionisti in grado prima di tutto di costruirsi una loro rete di influenza (sarà uno dei criteri!) e capaci di “disegnarla” per le aziende. Sfruttando naturalmente tutto quello che è disponibile nel digital, non solo i servizi di Social Networking.

Influence e Personal Branding

Qual è la colonna portante di questo Master? Il Personal Branding ovviamente!
Perché oggi un Personal Brand non esiste senza la capacità di generare una Influence.
Perché oggi un Brand è un nome capace di influenzare le azioni della propria clientela.
Perché un Brand oggi non è tale se non sa “disegnare” e aggregare una community attorno ai propri valori.
Personal Branding, Influence e Community
E indovina chi sarà il docente di Personal Branding? No, non è quello sopra!

Il Master

Tutto è connesso, interattivo, fluido, governabile ovunque, servono nuove professioni. Il Master prepara progettisti di comunicazione, fornendo gli strumenti per progettare l’incontro di marche e aziende con i Social Network. Marcello Cividini

Quest’anno ci sono solo 30 posti. Inizio a gennaio 2013.
Tutte le informazioni presso il sito ufficiale, sul sito del Poli o in questa simpatica intervista doppia a due delle menti che lo hanno creato: Marcello Cividini (ah, oltre ad aver insegnato Branding per anni al Poli, è stato uno dei primissimi italiani a superare i 10.000 follower su Twitter) e Andrey Golub (vabbé, Andrey lo conoscete tutti):