Personal Branding?

Siamo stati i primi in Italia ad esplorare l’interconnessione tra il Personal Branding e Internet tenendo corsi presso aziende, accademie e Università e offrendo consulenze, coaching e progetti nell’ambito. In tutto questo tempo abbiamo letto e sentito innumerevoli definizioni di Personal Branding!
Sfortunatamente non ne esiste una su cui tutti siano d’accordo, ma la nostra idea è molto chiara.

Cosa è per noi

La questione per noi è semplicissima:

Il tuo Personal Brand è la ragione per cui un cliente, un datore di lavoro o un partner ti sceglie

Il Personal Branding è il processo per identificarla, coltivarla e comunicarla nella maniera più efficace possibile.

Se sei uno:
sviluppatore/designer/architetto/avvocato/blogger/project manager/scrittore/etc.
come fai a distinguerti da tutti gli altri:
sviluppatori/designer/architetti/avvocati/blogger/project manager/scrittori/etc.
là fuori sul mercato?

Definire una strategia

Fare Personal Branding significa impostare una strategia per individuare o definire i tuoi punti di forza, quello che ti rende unico e differente rispetto ai tuoi concorrenti e comunicare in maniera efficace cosa sai fare, come lo sai fare, quali benefici porti e perché gli altri dovrebbero sceglierti.
Altrimenti saresti percepito come uguale a tutti gli altri e quindi sarebbe impossibile distinguerti!

Senza un Personal Brand sei solo un bravo professionista!

Quali i vantaggi?

Fare Personal Branding significa puntare finalmente sul proprio asset principale: se stessi!
Vuol dire “farsi comprare” in anticipo, attrarre più opportunità congruenti rispetto a quello che sai fare meglio.
La strategia di Branding costituisce le fondamenta di ogni buona azione di comunicazione e di Marketing.
Ad esempio se tu volessi rifare la grafica al tuo sito, sapresti spiegare i tuoi obiettivi ad un Web Designer?
Sapresti spiegargli quale messaggio, quale promessa, a chi comunicarli e quali immagini stimolare nelle loro menti?
Facendo Personal Branding sì: con un grande risparmio di denaro e risorse.

Cosa non è

Non c’entra con il “vendere meglio se stessi“, dando un’immagine falsa di sé o facendo percepire un valore aggiunto che in realtà non c’è. Vendere richiede molto tempo e implica un alto tasso di fallimento. Molto meglio spiegare con chiarezza la ragione per cui dovremmo essere scelti e fare in modo che siano gli altri a cercarci!
Il Personal Branding non coincide con il Social Media Marketing o con l’avere un Blog personale. Prima di preoccuparti di usare bene i servizi digital è bene essere sicuro di avere un senso per il tuo mercato!

Cosa è cambiato

Oggi la nostra immagine è sempre meno sotto il nostro controllo ed è definita in continuazione dal nostro “pubblico”, dai clienti, da chi conta nel nostro specifico settore, dai partner e collaboratori, da tutti coloro che si confrontano e conversano su di noi, soprattutto online. È sicuramente sempre più importante essere online e partecipare attivamente a questo processo. Per questo diciamo che Internet e in particolare i Social Media oggi possono essere considerati il doping del Personal Branding.
Se in passato si insisteva sulla promozione personale e il “costruirsi” un’immagine a tavolino, oggi con il Web2.0 e i Social Media, il Societing e “la conversazione”, si parla di trasparenza, condivisione, collaborazione, networking…
Oggi su può dire che un Personal Brand non esiste senza la capacità di generare un’influenza.
Un Brand non esiste senza la forza di aggregare una community.
Si parte dalla propria personalità e unicità, dai propri punti di forza, per costruire una relazione duratura e a due vie con il proprio pubblico, capace di rafforzare e addirittura, molto spesso, migliorare il proprio Brand e attrarre nuove opportunità.

Libro e siti

Abbiamo anche scritto un libro per la HOEPLI sull’argomento, a lungo bestseller su Amazon.it e pubblicato anche da Il Sole 24 Ore.
Nel maggio 2013 è uscita la seconda edizione.
Per aggiornamenti e nuove storie o solo per tenerti in contatto con noi, ti segnaliamo la nostra pagina Facebook e l’account Twitter, dove potrai trovare innumerevoli esempi di strategie di Personal Branding Online.
Luigi, in particolare, ha sviluppato un metodo pratico ed esperienziale per sviluppare una strategia di Personal Branding senza necessariamente avere complesse competenze di marketing: il Personal Branding Canvas.